Foto tratta dal film Ex Machina

Domani 8-10-2021 si aprirà a Roma il Maker Faire, l’evento sull’innovazione più grande e importante d’Europa, registrando ogni anno più di 100000 presenze, con 40 nazioni nel mondo partecipanti e coinvolgendo più di 600 tra bloggers e giornalisti.
Sono lieto e onorato di annunciare di farne parte assieme a mio fratello Aldo Pasquarella. Iscrivendovi sulla piattaforma, sezione digital edition, potrete accedere agli stand di numerosi espositori, tra cui il nostro dove troverete diverso materiale informativo su Freya, la prima assistente virtuale in un laboratorio di gelateria.

Di cosa si tratta esattamente ne parleremo ampiamente in occasione dell’evento, saremo in diretta un paio d’ore al giorno, ma intanto collegandovi qui e qui troverete qualche piccola anticipazione. Non è dunque dei dettagli tecnici che desidero discutere ora, ma di ciò che mi ha portato quasi tre anni fa a imbarcarmi in questo ambizioso progetto.

Basti sapere che è stato un lavoro davvero impegnativo, ormai a tempo pieno, e ancora lo sarà: come molti sanno una Intelligenza Artificiale migliora con l’uso, necessitando di continua manutenzione e sviluppo. A questo progetto abbiamo dedicato tutta la nostra conoscenza di gelatieri da trent’anni, di appassionati di scienza con ricerche sulla reologia della miscela del gelato e sulla termo-fluido dinamica del mantecatore, e non per ultimo di studiosi di informatica con oltre 20 certificazioni e specializzazioni ciascuno – in Machine Learning, Deep Learning e Reinforcement Learning.

Conoscendo l’estrema complessità del compito, ho cercato di mantenere il massimo riserbo, diffondendo un solo video circa un anno fa di un gelato al cioccolato ideato da un’intelligenza artificiale. Chi mi conosce sa che non sono tipo da sparare a salve, e se annuncio qualcosa è perchè sotto c’è consistenza e rilevanza. Perciò mi sono assicurato che l’idea fosse effettivamente funzionante, utile e implementabile, a valle di centinaia di prove di elaborazioni di ricette, molte delle quali trasformate in gelato e vendute al pubblico in alcune gelaterie.

Nel mio percorso di gelatiere e consulente, ma anche forte di una gavetta avviata da adolescente – i miei genitori avevano un bar gelateria nel quale lavoravo e studiavo -, mi sono reso conto di come si è evoluta e complessificata oggi la nostra professione. Il gelatiere deve rivestire più ruoli insieme, e sempre più ci manca il tempo da dedicare persino ad operazioni basilari.

Pertanto ritengo che la presenza di un’assistente come Freya possa essere assolutamente utile: per creare ricette di gelato e modificarle secondo specifiche esigenze, per ricevere feedback al fine di confrontare il proprio ricettario, per lavorare su diverse tipologie di ingredienti e processi operativi, e così via.

Un’applicazione che si rivela giovevole anche al gelatiere alle prime armi che ha bisogno di una guida per le sue ricette, o per chi vuole imparare a slegarsi da semilavorati multicomponente, utilizzando solo materie prime. Gli impieghi sono davvero molteplici e non finiscono qui.

Durante la fiera si avrà modo di valutare diversi aspetti di questa importante novità, con un tutorial che mostra cosa è in grado di fare Freya, e alcuni video e interviste. Devo dire che siamo davvero orgogliosi di questo risultato, un risultato tutto italiano che alza l’asticella delle nostre competenze e del prestigio del settore a livello internazionale. Allora iscrivetevi al Maker Faire Digital Edition, ci vedremo lì!

error: Il contenuto è protetto !!
Share This